Brace – 5 ricette barbecue per iniziare

Brace – 5 ricette barbecue per iniziare

Di seguito propongo 5 ricette barbecue per iniziare a familiarizzare con la cottura indiretta con la brace di carbone, ti daranno modo di iniziare a farti le ossa nel controllo delle temperature e del grado di cottura desiderato. Sono ricette che perdonano qualche errore, quindi riuscirai ad avere un risultato decente anche se qualcosa dovesse andare storto.

Ho acquistato il mio primo barbecue, guardalo è proprio bello. Guarda com’è bello scintillante sotto la luce del sole, ancora bello lucido e pulito.

Ho con me tutta l’attrezzatura che mi serve, termometri, pinze e guanti. Ho comperato del buon carbone per la brace, il prezzo non è bassissimo ma dicono che è uno dei migliori e rende molto bene anche nelle lunghe cotture.

Domenica prossima ho invitato degli amici a cena, non hanno mai provato del vero barbecue americano. Voglio stupirli! Che cosa posso cucina per iniziare?

Ho deciso di inserire 2 ricette abbastanza veloci che prevedono un paio di ore di cottura… non ti spaventare parliamo sempre di low&slow! Quindi tra queste una di pollo e l’altra di manzo.

Una delle ricette prevede un tempo medio di esecuzione, quindi nell’ordine delle 5-6 ore di affumicatura e cottura. Sto parlando del taglio di maiale noto come pork ribs o costine.

Per le ultime 2 ricette dovrete dedicare gran parte della giornata, quindi tenetevi un giorno libero per rilassarvi davanti al barbecue. Portate con voi delle birre e qualche sigaro, ci vorrà pazienza.

1. Chicken wings

Il Super Bowl in America non è il semplice atto di guardare una partita di football in tv. Rappresenta un evento sociale, si invitano amici e vicini, si bevono fiumi di birra. Ho vissuto questa esperienza a casa di amici in Virginia e ricordo un’atmosfera diversa rispetto alle partite di calcio guardate in Italia. La palla ovale passa in secondo piano e davanti a tutto c’è lo stare insieme.

Quando il tasso di sangue nell’acool scende, c’è bisogno di uno snack… qualcosa di facile, da prendere con le mani e mordere. Le alette di pollo sono il finger food per eccellenza di un party! Quindi accendi la brace e preparati a cucinarne una quintalata!

Il vantaggio di questa parte anatomica, una volta considerato come scarto, è che è molto economica. Persino il pollo non sa che farsene delle ali, ma noi le trasformeremo in qualcosa di delizioso.

La più famosa preparazione da fare con le alette di pollo sono le Buffalo chicken wings, che tradizionalmente sono fritte e ricoperte di salsa piccante. Noi le prepareremo al barbecue aggiungendo una bella nota di fumo. La preparazione e la cottura richiedono poco tempo, andiamo a vedere come preparare delle ottime Alette di pollo affumicate.

2. Baltimora pit beef

Se vi piace la carne di manzo cotta al sangue e affumicata e non volete spendere un patrimonio per sfamare i vostri invitati, il Baltimora pit beef è la preparazione che cercavate. Affettato finemente ed inserito in un bun con cipolle fresche e una bella salsa acidula è il sandwich perfetto. Molti commensali chiederanno il bis ed il tris.

Come taglio è possibile usare pezzi abbastanza magri anche con una media durezza, visto che andrà affettato finemente contra fibre. Consigliati sono il girello o una parte della sottofesa di manzo.

La preparazione della carne si fa in pochi minuti e basta una spolverata di un buon rub per essere pronto per la griglia. La cottura si fa in indiretta, la carne deve cuocere dolcemente a bassa temperature per un paio di ore.

3. Pork ribs

Si inizia a fare sul serio! Le costine di maiale sono tra le preparazioni più amate e sono considerate una colonna portante della holy trinity del barbecue americano.

Qui si apre un mondo sulle tecniche di cottura e sulle varie ricette. Ognuno ha il suo procedimento e grado di cottura preferito, non esiste la costina perfetta in assoluto, è un fattore personale.

Dopo vari tentativi troverai la tua costina perfetta, come consistenza spessore del bark, glassatura e gusto donato dal rub e dalle note di fumo.

Anche in questo caso la cottura è low&slow, quindi in indiretta. Avrai bisogno di stabilizzare la temperatura del barbecue per diverse ore, quindi utilizzare dei metodi nella disposizione del carbone e della brace.

Considero questa preparazione ideale per iniziare nelle cotture un po’ più lunghe anche considerando il lato economico. Quindi provate senza troppi pensieri, sbagliate e migliorate la vostra tecnica.

Sei pronto per iniziare con le pork ribs? Vai subito alla ricetta Costine di maiale al barbecue – pork ribs

4. Pulled pork

Il maiale sfilacciato è una preparazione molto popolare nelle zone Ovest degli stati del Nord e Sud Carolina. La parte del maiale utilizzata dagli americani è il Boston butt, un taglio anatomico difficile da reperire in Italia, composto da parte della spalla e della coppa (collo).

Potete iniziare a cimentarvi con questa preparazione chiedendo al vostro macellaio un pezzo di coppa di maiale da 3kg. Questo taglio rappresenta un buon sostituto al Boston butt ed è abbastanza economico.

Preparatevi a passare molto tempo davanti al vostro barbecue, la regola generale è di 2 ore per ogni kg di carne più il riposo (del maiale, non vostro). Considerate quindi almeno 8 ore per un pezzo da 3kg, e ricordate che è sempre meglio partire in anticipo per accendere la brace.

Una volta pronta e dopo il successivo riposo, potete sfilacciare la carne con le mani e preparare un bel sandwich con pulled pork, un po’ di salsa barbecue e una insalata coleslaw. Un panino veramente eccezionale che stupirà i vostri invitati.

Leggi la ricetta del Pulled pork

5. Pulled Beef

Il manzo sfilacciato forse è una preparazione meno famosa delle precedenti, ma non per questo meno sfiziosa. Così come nel caso del pulled pork, l’obbiettivo è ottenere una carne molto morbida, che si sfalda. Questo risultato è ottenibile dopo molte ore di cottura a bassa temperatura.

Importante è stabilizzare la temperatura per diverse ore, quindi il setting del nostro barbecue è importante. Anche in questo caso potrete impratichirvi a giocare con le temperature tramite le valvole di ingresso e di uscita e capire quale è la migliore disposizione del carbone e della brace a seconda del tipo di dispositivo che avete.

Per quanto riguarda la materia prima, chiedete al vostro macellaio un reale di manzo. Questo taglio fa parte della parte anteriore dell’animale, precisamente corrisponde alla parte del collo fino alla quinta vertebra. La carne ha una discreta quantità di collagene e di grasso e si presta bene alla cottura low&slow.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *